La Giottolandia toscana può essere suddivisa in tre zone principali:
le spiagge marine, dalle quali è partita la mia ricerca
i greti fluviali, l’area decisamente più ricca
alcuni siti collinari, una scoperta degli ultimi anni.
Nella rassegna che qui presento, una sorta di piccolo Atlante
in cui cerco di documentare le principali tipologie estetiche di Giottolandia
gli esemplari sono perciò suddivisi secondo la provenienza (marina, fluviale o collinare).
Inoltre – poiché mi sembra giusto che chi guarda possa farsi un’idea di cos’è quel che vede –
al di sopra di ogni esemplare è data la dimensione reale in centimetri di lunghezza.

 

The Tuscan Giottolandia can be divided into three main zones:
the seashore, where my research started
the gravel beds of rivers, markedly the reachest area
some hillside sites, a more recent discovery
Therefore, within this pictures display – a sort of small Atlas
where I’m trying to document the main aesthetic typologies of Giottolandia –
the pieces are divided basing on their provenience (marine, fluvial or hillside).
Additionally, in order to give to the observer a better idea of what he is actually looking at,
the real dimensions of the presented Giottoli are given (over any picture in length, cm).